Galleano | Avv. Sergio Galleano
15436
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-15436,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1200,qode-theme-ver-99.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Avv. Sergio Galleano

Avv. Sergio Galleano

L’Avvocato Sergio Galleano da oltre trent’anni si occupa del mondo del lavoro. Tutto il periodo universitario è stato caratterizzato da frequentazioni nel mondo sindacale e della produzione e dall’approfondimento nel campo del diritto del lavoro. L’attività legale è iniziata negli anni ’80 e, dal settore privato, si è via via estesa a tutti i settori, con particolare attenzione al pubblico impiego e nel mondo della partecipate pubbliche, come Poste italiane. Accanto all’attività giudiziale, indirizzata ex parte lavoratoris e svolta con la collaborazione dei professionisti che operano negli studi di Roma e di Milano, sono stati curati i rapporti con le organizzazioni sindacali, nazionali e di base, e caratterizzandosi nell’attività di consulenza e di assistenza in vertenze collettive di rilievo nazionale. La rete di conoscenze che si è sviluppata, favorita dalla operatività su Milano e su Roma dei due studi, ha consentito di creare sinergie con altri professionisti in tutt’Italia, impegnati nella difesa dei lavoratori e nello studio del diritto del lavoro, che hanno reso possibile ed efficace l’assistenza giudiziale presso le magistrature superiori e in sede europea dove, avanti alla Corte di Lussemburgo, la prima presenza di Sergio Galleano, nella difesa dei lavoratori della Ercole Marelli, risale al 1991 (1). Accanto alla difesa giudiziale e di consulenza, è andata sviluppandosi l’attività di studio e di partecipazione a convegni, di cui si da conto, per quanto possibile, in questo sito. Obiettivo della sua attività professionale è quella di caratterizzarsi per la determinazione con la quale difende gli interessi dei lavoratori e delle Organizzazioni che si affidano allo studio, anche percorrendo nuove strade ove ritiene che gli argomenti della giurisprudenza prevalente non sempre siano quelli in linea con un’efficace tutela dei diritti ma spiegando anche, nel modo più chiaro e franco possibile, quando, invece, una vertenza non ha possibilità di esito positivo.

(1) Vedi la sentenza D’Urso e altri del 25.07.91: clicca qui.