Galleano | Concorso per dirigente pubblico
15710
post-template-default,single,single-post,postid-15710,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1200,qode-theme-ver-99.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Concorso per dirigente pubblico

Concorso per dirigente pubblico

Riserva di posti in favore di personale che aveva operato per almeno 15 anni nella qualifica apicale della carriera direttiva – applicabilità in caso di scorrimento della graduatoria – esclusione

 

Come si legge nella sentenza in commento, l’originario bando di concorso per dirigente prevedeva una riserva del 30% in favore dei soggetti che avevano operato per almeno 15 anni nella qualifica apicale della carriera direttiva.
Una volta esaurita l’assegnazione dei posti messi a concorso con la nomina dei vincitori, nel periodo di vigenza della graduatoria, l’amministrazione aveva provveduto ad attingere tra gli idonei per la copertura dei posti vacanti, applicando anche in questo caso il principio della riserva.

Il lavoratore interessato aveva contestato un simile comportamento, sostenendo che la riserva non poteva che valere per i posti originariamente messi a concorso, trattandosi una normativa eccezionale, mentre per lo scorrimento non poteva che farsi riferimento ai principi generali della scelta del migliore, che venivano frustrati dalla prevalenza di coloro che avevano una maggiore anzianità in danno di chi era risultato meglio posizionato in graduatoria.

Il Tribunale di Roma svolge un’attenta analisi della normativa evidenziando come la riserva sia un’ipotesi eccezionale da considerare in modo restrittivo in assenza di specifiche previsioni del bando, nella specie inesistente.  Ha quindi disposto la nomina del lavoratore a dirigente.

Roma, 10 novembre 2014

Sergio Galleano.

      Allegato n. 2

.